Parigi sotto attacco Reggio al suo fianco

Parigi sotto attacco Reggio al suo fianco

Parigi sotto attacco Reggio al suo fianco

Cronaca

Reggio non resta indifferente di fronte alla tragedia di Parigi, ai 129 morti e ai 200 feriti, alla paura e al dolore vissuti nella notte definita l’11 settembre d’Europa. Due giorni dopo gli attentati terroristici di matrice Jhiadista, in alcuni dei luoghi di svago della capitale francese, la comunità reggiana scende in piazza. Era successo a gennaio, dopo la strage di Charlie Hebdo e del negozio Kosher. Accadrà di nuovo domani pomeriggio. Comune e provincia di Reggio hanno organizzato una manifestazione di solidarietà: il corteo partirà alle 15.30 da piazza Gioberti, per sfilare lungo la via Emilia e raggiungere piazza Prampolini. Qui interverranno le istituzioni, tra loro anche il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. Hanno aderito tra gli altri il Partito Democratico e le organizzazioni sindacali.

Il giorno dopo gli attacchi rivendicati dall’Isis, la vicinanza ai parigini da parte dei reggiani non è di certo mancata. Il vescovo di Reggio ha espresso una ‘condanna senza tentennamenti verso chi vuole seminare una paura sempre crescente – ha detto monsignor Massimo Camisasca, richiamando i governi alla responsabilità ‘di compiere ciò che finora non è stato compiuto: fermare i terroristi’. Solidarietà è stata espressa dalla Lega Nord e dalla Cna.

E mentre a Parigi la torre Eiffel ha spento le sue luci, qui si sono accesi i colori della bandiera francese: il comune di Reggio ha illuminato di rosso, bianco e blu i ponti di Calatrava e la fontana del teatro Valli. Bandiere francesi sono comparse sui municipi della provincia, da Rubiera a Correggio, a Reggiolo. A Novellara nel pomeriggio ci si è riuniti in un momento di raccoglimento.

La Francia ha dichiarato lo stato di emergenza e ha ripristinato i controlli alle frontiere, i livelli di sicurezza sono stati innalzati anche in Italia. L’allarme è altissimo. A Roma, il premier Matteo Renzi ha presieduto il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Così ha fatto a Reggio Emilia il prefetto di Reggio Raffaele Ruberto, che nella sede della prefettura ha riunito i rappresentanti provinciali delle forze dell’ordine. Anche sul nostro territorio è stata disposta l’intensificazione dei servizi di sicurezza nei luoghi simbolo e nei confronti dei cosidetti obiettivi sensibili. Aumentati i presidi lungo le principali arterie stradali, per tenere sotto controllo chi si sposta.

Ma oggi il pensiero torna agli ostaggi giustiziati al teatro Bataclan in quella che doveva essere una serata di musica rock e divertimento mentre altri spettatori cercavano scampo appesi alle finestre sul retro, ai kamikaze che si sono fatti esplodere nei pressi dello stade de france. Il rettore dell’università di Modena e Reggio Angelo Andrisano esprimerà il suo dolore agli studenti francesi in Italia con l’Erasmus. Il ministro dell’istruzione Stefania Giannini invita le scuole ad un minuto di silenzio, lunedì mattina, e a dedicare un’ora di riflessione alla tragedia di Parigi.

Domani pomeriggio Telereggio vi mostrerà in diretta la manifestazione di solidarietà organizzata da Comune e Provincia. Una puntata speciale di ‘Buongiorno Reggio’ andrà in onda a partire dalle 15.15: ci collegheremo con il centro per proporvi le immagini e le interviste.

Enter your keyword