Venezia. Masso lo colpisce in montagna: muore un funzionario della Regione

Venezia. Masso lo colpisce in montagna: muore un funzionario della Regione

Venezia. Masso lo colpisce in montagna: muore un funzionario della Regione

Arrestata e rilasciata naomi campbell

È stata arrestata ieri nel suo appartamento di Park Avenue a New York Naomi Campbell. L accusa mossa alla top è quella di aver ferito alla testa, con un telefonino cellulare scagliato in un impeto d ira, Ana Scolavino, una donna ispanica di 42 anni. Ancora non è ben chiaro quale fosse il ruolo della donna, se assistente o cameriera della pantera nera. La Campbell, dopo essere stata ammanettata e condotta in commissariato, si è dovuta sottoporre anche all umiliazione della rilevazione delle impronte digitali e al rito della foto segnaletica. Ascoltata dai giudici, Naomi è stata rilasciata, senza nessuna cauzione, con l accusa di aggressione: nei prossimi giorni verrà processata e rischierà, teoricamente, addirittura sette anni di carcere. La Campbell non è nuova ad episodi del genere: il più clamoroso dei precedenti risale all estate scorsa, quando la modella sfogò la propria ira sull amica attrice Yvonne Sciò.

Gli stilisti americani si sono uniti per combattere la pirateria. Narciso Rodriguez, Diane Von Furstenberg e Zac Posen, spalleggiati dai grandissimi nomi della moda made in U.S.A. (Ralph Lauren, Donna Karan e Calvin Klein) hanno intrapreso una battaglia legale a tutela del copyright delle loro creazioni, contro le copie e le imitazioni dei loro abiti che, a prezzi stracciati, vengono distribuiti e venduti in tutti i grandi magazzini. Copie perfette, che ripropongono le tendenze imposte dai grandi stilisti sulle passerelle, a prezzi che arrivano ad un decimo rispetto ai modelli originali, grazie a materiali di qualità inferiore e grazie al fatto che nessun investimento viene fatto nella ricerca creativa e stilistica. L avvocato Alain Coblence è stato ingaggiato dal gruppo di stilisti per condurre questa guerra legale: il suo obiettivo è quello di ottenere un copyright sugli abiti della durata di tre anni.

It Holding rimane in rosso. Il gruppo guidato da Tonino Perna, di cui fanno parte brand come Ferrè e Malo, chiude il 2005 con un negativo di 18,7 milioni di euro, nonostante ricavi in aumento del 3,5%. Nel 2004 le perdite erano state di 11,2 milioni di euro. Perna si dichiara ottimista per il futuro, e per il 2006 prevede un aumento del fatturato del gruppo del 4%. Il settore che ha dato maggiori soddisfazioni per il 2005 è stato quello degli accessori, mentre le zone geografiche dove il gruppo ha ottenuto risultati più lusinghieri sono quelle dell Estremo Oriente.

a cura di Simona Simoni e Federico Rocca

Enter your keyword