Gatto, sette vittorie per l’aggancio

Gatto, sette vittorie per l’aggancio

Gatto, sette vittorie per l’aggancio

Possiamo recuperrare il distacco

Con tremilaseicento minuti, salvo supplementari, da giocare per concludere la regular season, il campionato ha imboccato il sentiero che conduce al traguardo della promozione diretta in Lega A. La Carife di coach Valli tira la volata ma, con l’equilibro della Legadue di quest’anno, nessuna sentenza è stata ancora pronunciata. Anche la Pepsi, sebbene distanziata di sei lunghezze dalla capolista, non getta la spugna anzi, per affrontare la ripida salita delle ultime nove tappe, riscalda il motore per farlo girare a pieno regime. «Possiamo fare bottino pieno – lancia la sfida Ivan Gatto – e poi vedere come si sono comportate le nostre avversarie: non lasceremo nulla di intentato». Da domenica prossima al 27 aprile saranno nove battaglie senza esclusione di colpi ma «lo scontro della penultima giornata a Ferrara potrà essere decisivo» aggiunge l’ala bianconera. La speranza è arrivare al confronto al massimo con due punti di svantaggio, così un successo al Palasagest permetterebbe alla Pepsi di agganciare gli estensi per giocarsi nell’ultimo turno la A contro la Fileni in un Palamaggiò pronto a far saltare il tappo alla bottiglia della felicità. Se il primo posto è sempre in cima ai pensieri bianconeri, in casa Pepsi si guarda anche oltre perché, è bene sottolineare, le strade per salire al piano superiore sono due. «Il nostro obiettivo è recuperare punti – prosegue Gatto – pensando anche ai play off. Domenica dopo domenica dobbiamo trovare i nostri equilibri, acquisire fiducia e continuità, poi penso che l’esperienza potrà essere una variabile a nostro favore». Il calendario fino al termine della stagione prevede per Ferrara, Sassari e Reggio Emilia quattro gare casalinghe e cinque trasferte, mentre Caserta e Soresina giocheranno cinque volte in casa e quattro on the road. «Ma il fattore campo non inciderà più di tanto – aggiunge l’ex Pavia – come hanno dimostrato gli ultimi successi esterni di Carife e Banco Sardegna. Anzi sul parquet amico bisognerà stare particolarmente attenti a non commettere passi falsi come ha imparato a sue spese proprio la Pepsi». L’ala bianconera pone grande attenzione sugli scontri diretti perché «saranno decisivi per la vetta e per determinare la griglia di partenza dei play off. Difficilmente ci saranno, invece, colpi di scena contro le squadre in zona retrocessione». Dando così uno sguardo al calendario emerge che Ferrara, dopo la sfida interna con Veroli, è attesa da un trittico di fuoco a Sassari, in casa con Soresina ed a Reggio Emilia mentre nelle ultime due giornate prima ospiterà i casertani poi chiuderà sull’ostico parquet della Fastweb. Insomma il percorso per la Valli’s band presenta ancora parecchi insidiosi ostacoli. Oltre ad inseguire gli estensi la Pepsi ha altri due obiettivi: portarsi a braccetto la Vanoli, scalzare la Trenkwalder. «Il 2-0 nei confronti diretti con i cremonesi potrebbe essere un prezioso vantaggio – prosegue la disamina l’ala – inoltre eventuali vittorie di Soresina negli scontri di Reggio Emilia e Ferrara potrebbero favorirci. Dovremo però superare la giovane formazione di Marcelletti che vanta il doppio successo contro di noi, è in gran forma e reputo sia la rivelazione della stagione grazie soprattutto alla miglior difesa della Legadue». Intanto questa sera alle 20 al Palamaggiò si terrà un importante clinic per i coach casertani. Nell’ambito del programma di aggiornamento del Cna provinciale, il vice allenatore della Pepsi Massimiliano Oldoini terrà una riunione tecnica sul tema: «Allenamento per il miglioramento dei fondamentali di difesa».

Fonte: SALVATORE CAVALLO – Il Mattino del 03.03..2008 – www.ilmattino.it

Oggi l’arrivo di Guillermo Diaz Possiamo recuperrare il distacco

Con tremilaseicento minuti, salvo supplementari, da giocare per concludere la regular season, il campionato ha imboccato il sentiero che conduce al traguardo della promozione diretta in Lega A. La Carife di coach Valli tira la volata ma, con l’equilibro della Legadue di quest’anno, nessuna sentenza è stata ancora pronunciata. Anche la Pepsi, sebbene distanziata di sei lunghezze dalla capolista, non getta la spugna anzi, per affrontare …segue

Si attende l’ufficializzazione di Diaz

Related Posts

Enter your keyword