Danza in… salotto

Danza in… salotto

Danza in… salotto

Catania, 22 dicembre 2004 – Un po’ reality show, molto Secret room, pièce teatrale situazionista ambientata dalla compagnia Iraa Theatre (composta dagli italiani Renato Cuocolo e Roberta Bosetti) nelle anguste stanze di una villa nel vercellese. Si intitola Winter Home (watta glorius day) lo spettacolo di teatro-danza che sfiderà le leggi della fisica, dello spettacolo, e anche dell’arredamento d’interni.

Procediamo con ordine. Monoarchitetti è uno studio con base a Catania, composto da professionisti italiani, inglesi e italo-tedeschi, che si impegnano nel «fertilizzare» (il termine è loro) architettura, design, arti visive, comunicazioni, marketing e ricerca sociale. Dal loro incontro con il danzatore/attore Mike Winter, formatosi nella compagnia di Philippe Saire, nasce l’idea di indagare il vissuto di un artista nel suo ambiente domestico. In pratica, a casa sua. Qui saranno perciò fatti convenire gli spettatori, necessariamente pochi, quaranta. Accomodatisi in salotto – progettato e arredato come il resto della casa dagli architetti – assisteranno prima ai video ripresi durante la giornata di Winter, dal suo risveglio fino a pochi minuti prima dell’inizio dello spettacolo. La performance seguirà.

Come detto, anche se l’idea di ambientare uno spettacolo teatrale in un interno domestico non rappresenta una novità assoluta, rimane la curiosità di verificare come se la caverà Winter a danzare negli spazi angusti tra il tinello e la stanza da pranzo e soprattutto se il progetto riuscirà a conquistare il pubblico. Ricordiamo a questo proposito, e valga come augurio di successo, il riscontro davvero planetario fatto registrare da Secret room al suo esordio, un paio d’anni fa.

Mike Winter attende il pubblico «a casa» il 26 e 27 febbraio 2005, alle ore 21,00, in via Teatro Massimo, 16, a Catania. Il biglietto costa 8 euro. Prenotazioni presso Scenario Pubblico, telefono 095 2503147. Data la particolarità dell’allestimento, per il momento non sono previste altre performance ma gli organizzatori sono all’opera…

Enter your keyword