Dal Campo di Promano

Dal Campo di Promano

Dal Campo di Promano

Dopo quattro risultati utili consecutivi, il Fontanelle cade in quel di Promano dimostrando però di non meritare il fondo classifica: il risultato è bugiardo e falsato da decisioni arbitrali davvero discutibili. Comunque gli eugubini avrebbero potuto chiudere la partita nei primi trenta minuti di gioco quando hanno avuto svariate occasioni nitide: ad aprire le danze è stato Sebastiani che dopo aver tagliato la difesa da sinistra a destra ha raccolto il preciso assist di Radicchi F. ma, a tu per tu con Marini, non ha saputo far di meglio che metterla di poco a lato sulla destra. E’ ancora Sebastiani a provare a sbloccare il risultato ma da pochi metri il suo tiro a girare è facilmente intuito dal portierone tifernate e i difensori liberano senza troppi problemi la ribattuta. La punta biancoazzurra ci riprova dopo poco:lancio di Martelli verso la fascia sinistra, Sebastiani lascia sul posto Nisi che vede passarsi la palla a destra e il suo uomo a sinistra, ma la conclusione colpisce il palo esterno alla sinistra di Marini. Non finisce qui: su cross dalla destra Urbani si trova solo poco fuori dall’area piccola ma il suo colpo di testa è troppo debole per impensierire il portiere che para con tranquillità. Il primo episodio che dimostra la mediocrità dell’arbitro Argentino si ha alla mezz’ora quando Urbani ubriaca la difesa, perde l’attimo per tirare ma riceve svariati falli talmente netti da far fermare anche i difensori del Promano: Argentino non sente ragioni e non concede il penalty. Come da copione il Promano affonda una sola volta guadagnandosi una punizione che la testa di Monini devia in rete battendo Petruzzi. La doccia fredda fa male ai giovani di Mischianti che vanno in bambola e, al colpo di testa di capitan Pugnitopo sventato in extremis da Marini, segue il raddoppio dei biancoverdi che sfruttano la velocità di Pecorari per trafiggere ancora un volta l’estremo difensore ospite. Argentino incomincia ad andare in confusione ascoltando soprattutto le richieste dei padroni di casa e negando ancora un rigore agli eugubini. Il Fontanelle accorcia le distanze allo scadere con Urbani che raccoglie sottoporta un preciso passaggio di Radicchi F. Nel secondo tempo il ritmo cala di molto e non si vede il Fontanelle grintoso dell’ultima parte del campionato tanto che un innocuo traversone dalla destra si trasforma in gol: il marcatore è Santini . La partita si incattivisce e fioccano i cartellini gialli ma più per proteste verso un direttore di gara scandaloso che per scorrettezze. Il terzo rigore negato a Radicchi F. e il gol in posizione dubbia di Cecconi scatenano le ire di tutti i componenti del Fontanelle: ci rimettono Francioni, espulso, e gli spettatori che sono costretti a vedersi gli ultimi dieci minuti di gioco con le squadre che implorano Argentino di chiudere la gara in anticipo. La partita termina così quattro a uno ma il Fontanelle avrebbe potuto vincere tranquillamente con ampio vantaggio se non avesse sprecato le tante occasioni avute e se non fosse stato penalizzato da un arbitraggio al limite della presa in giro. Il Promano si stacca definitivamente dalla zona retrocessione mentre il Fontanelle si complica la vita ma guarda i prossimi incontri con ottimismo. Terreno di gioco in ottime condizioni. Sconcertante l’operato di Argentino di Perugia.

Promano: Marini, Lisi, Tanci, Capanni, Cecconi, Picchi, Santini (Ugolini), Monini,Rotini (Pecorari), Cortellini, Capacci (Gustinelli).All. Magalotti.

Fontanelle: Petruzzi, Radicchi E., Casoli, Paciotti, Pugnitopo (Francioni),Martelli, Tinti (Capponi), Cappannelli, Radicchi F.,Urbani (Bertinelli), Sebastiani. All. Mischianti.

Reti: Monini ,Pecorari, Urbani, Santini, Cecconi.

Arbitro: Argentino di Perugia.

Enter your keyword